CLEAF si affida a IST per organizzare e ottimizzare il processo di lavaggio dei pezzi stampa

di | 9 Marzo 2020

 

La CLEAF di Lissone (MB), che opera nel settore delle superfici per l’arredo e l’interior design, ci ha contattato a ottobre 2019 per valutare un progetto per il lavaggio dei cilindri anilox e gommati, delle bacinelle e delle racle delle macchine da stampa sporchi di inchiostri UV e vernici.

Queste operazioni venivano fatte da sempre in modo manuale dagli operatori utilizzando una vasca aperta. Questo implicava una perdita di tempo dovuto al fermo macchina e un problema di salute per le esalazioni di solvente (acetone e mec).

I test svolti

Per mettere il cliente in condizioni di poter valutare la nostra proposta in completa tranquillità e garanzia, abbiamo svolto assieme a lui delle prove di lavaggio in sede IST con i suoi pezzi sporchi. Inoltre abbiamo fatto anche un test di distillazione del solvente utilizzato per valutarne la fattibilità e il rendimento.

In questo modo abbiamo definito un ciclo completo che permette di riutilizzare il solvente di lavaggio precedentemente smaltito da terzi.

 

TEST DI LAVAGGIO

TEST DI DISTILLAZIONE

 

 

Le soluzioni proposte

Visti i risultati del test, abbiamo valutato come soluzione ideale per questo specifico caso la vasca di lavaggio a spruzzo PN1500, così attrezzata:

– Sistema di rotazione dei cilindri anilox e gommati per una pulizia uniforme su tutta la superficie;

– Testine rotanti per pulire i secchi sporchi di inchiostro in modo da poterli riutilizzare in produzione o smaltirli puliti e non come rifiuto speciale;

– Griglia di appoggio per i vari pezzi da lavare come racle, bacinelle, carter, ecc.;

– Fascia di aspirazione perimetrale, collegata all’impianto centralizzato, per evitare esalazioni di solvente all’apertura del coperchio a fine ciclo, visto che la vasca andrebbe posizionata in reparto, vicino alle macchine da stampa.

 

A fine ottobre 2019, dopo una valutazione della nostra proposta, il cliente ha formalizzato l’ordine così composto:

  • vasca a spruzzo PN 1500 S Plus ATEX
  • distillatore IST 42 ATEX II 3G.

Come promesso, abbiamo consegnato le attrezzature a fine dicembre per poi essere installate e collaudate da un nostro tecnico in gennaio 2020.

Conclusioni

Lavorando con noi il cliente è stato seguito e consigliato nella scelta di un sistema automatico che lo agevola nella pulizia dei pezzi. Inoltre, il distillatore gli consente di poter riutilizzare il solvente di lavaggio, con un risparmio sia per l’acquisto del prodotto nuovo che per lo smaltimento dello sporco. Tutto questo con un unico referente e un unico fornitore.

Gli operatori sono soddisfatti dell’acquisto e valutano in modo positivo il fatto di non dover più lavare a mano i componenti della stampa a ogni cambio colore/commessa.

Il cliente, inoltre, ha manifestato la sua soddisfazione per il modo in cui è stato seguito nell’aspetto commerciale e tecnico:

 

“Personale preparato per consigliare la giusta soluzione, si viene seguiti dall’acquisto all’installazione”.

 

In tutti i settori industriali, un’accurata pulizia dei componenti è essenziale per garantire risultati di produzione costanti e di alta qualità.

Mettiti in contatto con noi per raggiungere gli stessi risultati della CLEAF. Abbandona la pulizia manuale che oltre a essere uno spreco di tempo e di denaro, è anche insalubre per gli operatori.

Ti garantiamo una pulizia sempre uniforme e approfondita di ogni componente, svincolata dalle competenze dell’operatore, al quale spetta solo il carico dei pezzi e l’avvio del ciclo di lavaggio. Mentre la macchina esegue il proprio lavoro, egli può dedicarsi ad attività più redditizie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *